Archivi categoria: FinalCutPro

Jumping On The Bandwagon

 

Un video musicale girato in tre ore per il nuovo album solista “Avalanche Blues” di Carlo Mazzoli.
Sonorità country, estremamente curate.
Bello lavorare con persone che amano il proprio lavoro e rispettano quello degli altri. Raro, ma bello…

È stato molto divertente curarne ogni aspetto: dallo storyboard alla Color Correction finale, passando per la registrazione dei rumori d’ambiente (e dei cigolii della Bianchina).

Mi sono dovuto occupare anche del taglio del prato…

Avendo utilizzato anche materiale di produzione Røde ho iscritto il video (in una versione leggermente ridotta per aderire alle inflessibili regole del contest) e il “dietro le quinte” del video stesso al My Røde Reel 2017.

La versione “da concorso” si trova a questo link.

Anzi: se chi ci passa a guardarlo lascia anche un voto…


Learning how to be a great pretender…

Mario Cesari

Andando avanti a metter assieme idee e frammenti per il progetto “Craft”, una serie di brevi documentari sul rapporto fra l’artigiano costruttore di strumenti musicali e il musicista che suonerà quegli stessi strumenti faccio esperimenti di ripresa video.

Un paio di settimane fa ho incontrato Mario Cesari, un artigiano del metallo, che dimostrava a Nazzano le sue tecniche di forgiatura a freddo.

Su Vimeo e su YouTube ho messo un paio di video del suo lavoro.


Prove e prove e …

In attesa di avere sia il tempo che i soldi per portare avanti il mio progetto video, faccio un po’ di esperimenti con quello che ho…

Il video di All Blues suonata dal True Voices Sax Quartet, girato con la piccola Sony Hx9v, audio dal super economico Zoom H1

Altro esperimento: come se la cavano una Canon 550D e un obiettivo vintage (Super Takumar 55mm f2) montati su una SturdyCam (specie di Steadycam realizzata da un ragazzo di Roma?

Ultima prova: come viene uno slow motion partendo da un file video H.264, convertito in ProRes e passato attraverso Twixtor per rallentarlo del 90%?


In vista di…

…ipotetici lavori con il video provo a capire come riuscire ad ottenere risultati abbastanza accettabili con quello che ho, in attesa di avere i soldi per attrezzarmi meglio.
Ho da tempo una piccola Sony, fotograficamente uno scandalo, ma con la sezione video capace di FullHD e con doppio stabilizzatore ottico.
Che vuol dire?
Che le foto sono (quasi…) inguardabili, pesantemente elaborate dal pessimo software interno della macchina, mentre il video ha buone possibilità di reggere il confronto con sistemi ben più costosi, o quasi…

Come tutti i sistemi economici ci sono dei compromessi che vanno considerati, in questo caso l’appena accettabile resa con poca illuminazione: molta grana, rumore digitale, un po’ uno schifo, diciamo…

Ho da parecchio tempo in mente un piccolo documentario che prevede il coinvolgimento di un quartetto di formidabili sassofonisti, il True Voices Sax Quartet. Per mettere assieme un po’ di materiale e sperimentare cerco di seguirli quando sono in zona, portandomi dietro l’attrezzatura video che ho a disposizione.
Purtroppo la Canon 550D che intendevo usare ha “atterrato” la batteria dopo un solo brano, per cui ho dovuto a malincuore (vista la scarsissima illuminazione…) tirar fuori la piccola Sony Hx9v.

L’audio l’ho preso con il super-economico ZoomH1, visto che né la Canon né la Sony (né alcuna altra macchina DSLR, se è per questo…) è in grado di registrare audio decentemente utilizzando il microfono incorporato.

Alla fine il video non è venuto affatto male, se non fosse per l’eccesso di “grana” che è venuta fuori, come prevedibile.
Ho provato allora ad usare un software relativamente economico, Neat Video, che s’installa come un plug-in con praticamente tutti i software esistenti di montaggio video.
È pesantissimo, nel senso che il mio iMac i7 ci mette una montagna di tempo per portare a termine il lavoro, e ho dovuto fargli elaborare il filmato (poco più di 5 minuti) un pezzo per volta, altrimenti s’inchiodava lì e non andava avanti.
Però, dopo tanta fatica e con le ventole del Mac al massimo, c’è riuscito piuttosto bene…

Fotogramma NR

Fotogramma NR

 

Nel fotogramma a sinistra il filmato “pulito” e a destra senza il filtro applicato. Nel cerchio si vede il particolare dello sfondo con decisamente meno grana…


Loon Lake post-production venue…

Anche se con tempi piuttosto dilatati il pre-montaggio di Loon Lake, il film di Wanja, và avanti…

Qui è dove si lavora…


Loon Lake…

In famiglia siamo in molti ad occuparci di spettacolo, con alterne fortune.
Un mio fratello è regista e spesso lavoriamo assieme, sua moglie è attrice e adesso si sta cimentando nel suo primo lungometraggio, protagonista principale sua figlia, giovane attrice già piuttosto conosciuta…
Il film è a bassissimo costo, e così oggi mi sono ritrovato a fare il primo editing del materiale girato, e domani ancora. E poi ancora e ancora, temo…

Sul web c’è già un teaser, montato da altri, ma che rende l’idea sul materiale che occupa il mio MacBookPro in questi giorni…


nel frattempo…

…visto che ho preso una splendida Sony Hx9v, capace di far video HD, e che m’avanzava un po’ di tempo, mi sono costruito un mini dolly per filmare…


“Cosmopolitism in action: from Matteo Ricci to Rabindranath Tagore via Multatuli”…

Ieri ho accompagnato mio fratello Carlo e un’amica all’aeroporto, volo Emirates per Jakarta, Indonesia.
Con loro un Dvd contenente il montaggio di alcuni giorni di riprese effettuate da Carlo e da un suo amico nel Devon, in Gran Bretagna, a Dartington Hall, al Tagore Festival.
Ne sono tornati con diverse ore di riprese video in HD e in MiniDV, e da subito s’è capito che ci sarebbero stati problemi ad utilizzarle…
Non avevano microfoni esterni, ma solo i panoramici intregrati nelle telecamere, per cui praticamente tutte le riprese sono flagellate da rumori, voci fuori campo, vento, pioggia, passi, stoviglie, tamburi, vento, commenti inutili a pochi centimetri dai microfoni…
In più non avevo mai lavorato utilizzando sorgenti video di formato diverso ( quello HD è in 16:9, il MiniDV, per un errore, in 4:3), ma soprattutto con tempi così stretti.
In quattro giorni scarsi abbiamo visionato tutto il girato, scelto in base agli argomenti trattati (ma anche in base alla reale utilizzabilità: c’erano anche parecchi problemi di messa a fuoco, d’esposizione, di tremolìo nelle riprese…), trascritto tutto nel Mac, montato, corretto gli errori più gravi dell’audio, scannerizzato decine di foto da includere nel documentario, scelto la musica da inserire a commento, fatto la correzione colore…
Alla fine ventidue minuti di reportage sul Tagore Festival, che verranno utilizzati alla conferenza prevista a Jakarta fra qualche giorno…

( pretending to be an editor…)

(directors at work…)


mail forwarding…

Mi girano una mail fra il Grande Capo e il vice Grande Capo della produzione del mio ultimo lavoro come musicista…

Caro Xxxx , desidero congratularmi con te e con tutti quelli che
hanno partecipato alla realizzazione del documentario .  Per me
e’ un autentico capolavoro per la regia , per il testo , per il
montaggio , per le musiche,per la ricerca attenta e preziosa dei
materiali , per le voci, per le interviste .e’ esattamente il tipo di
documentario che dovremmo sempre fare: nuovo , diverso , che ci fa
conoscere la storia non ancora scoperta, che ci fa riflettere ,
inorridire e commuovere nello stesso tempo . Avanti così alla faccia
di ****** e tutti quelli che non amano pensare perché sono e
resteranno dei mediocri . Trasmetti per favore a tutti queste mie
considerazioni e grazie !!!

Inviato da iPad


back in the studio…

Dopo settimane in giro con il mio MacBookPro, portandomi appresso un borsa piena di cavi, Hd, cuffie e ferraglia varia, passando dal salotto di casa ( sono freddoloso, e a studio non ho riscaldamento…) alla sala di montaggio del Cinecittà-Luce di Roma fino allo studio Sound On per il mix, ecco: finalmente riapro lo studio, riassemblando tutto…

Ho finito il mix del documentario fatto per il Luce, ho montato il piccolo documentario per la Centrale dell’Arte, adesso m’aspettano altri due piccoli documentari, e per entrambi dovrò occuparmi sia della musica che del mix finale…

Nel frattempo, visto che lunedi è il mio compleanno, cerco un microfono decente da aggiungere al piccolo arsenale che già ho…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: