Kitchenware sampling session 2.0…

Le registrazioni sono venute meglio di quanto non sembrasse all’inizio: ho trasformato le due tracce audio mono ( una del cardioide e l’altra del microfono a nastro) in una singola traccia, stereo, ma trattando le tracce mono secondo la tecnica M/S, anche se non molto ortodossa come posizione dei microfoni…
Comunque: ho caricato la song di Logic e ho cominciato ad elaborare i molti frammenti con il FlexTool, che permette di “spostare” parti della forma d’onda in modo, ad esempio, di far coicnidere gli accenti sonori con gli accenti del metronomo, tra le altre cose…
Lavoro lungo, se fatto senza aver previsto prima l’uso di FlexTool, per cui avrei dovuto registrare i rumori seguendo un metronomo in cuffia, ma comunque lavoro efficace: adesso ho diversi frammenti di qualche battuta ognuno con dei “ritmi” a quarti, ad ottavi, a terzine, sincopati e così via, ma tutti che seguono in modo accurato il metronomo…

Ho messo a tempo la zucchina, il pane, il tagliere suonato da solo: manca la carota e il mix di tutta la roba, e poi pentolona e pentolino.

A questo aggiungerò i campionamenti fatti direttamente in cucina con lo Zoom H4: accensioni del gas, rubinetti, hamburger che sfrigolano, coperchi che sbattono, cassetti che s’aprono e così via…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: