mancare il bersaglio…

Ho visto “il Petroliere”, con anni di ritardo, e m’è piaciuto.
Daniel Day-Lewis è un gigante, il film è epico e coraggioso ( ci saranno almeno venti minuti iniziali senza una sola battuta di dialogo), le immagini splendide, la regia solida…
La musica?

Ecco: Johnny Greenwood è un grande rocker, è l’anima musicale dei RadioHead, è molto preparato tecnicamente, ma ha mancato il bersaglio…
Alcuni brani sono molto belli, ma sfruttati male, altri semplicemente sono “sbagliati”, non c’entrano nulla con le immagini, con la regia, con la recitazione, con la storia.
A volte sembra sottolineare degli aspetti psicologici che semplicemente non ci sono, non fanno parte della storia che viene raccontata sullo schermo…
Sembra quasi che Greenwood abbia lavorato sulla sceneggiatura e non sulle immagini, o addirittura sul libro, che io non ho letto…
Ha vinto anche dei premi importanti per quel lavoro, ma non è l’unico che vince inspiegabilmente dei premi…😐

Come mai ha fatto un errore del genere?
E soprattutto: come mai non gli è stato fatto notare il pessimo servizio fatto al film?


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: